LISUG

Lisug, Libero Sindacato Ufficiali Giudiziari

Sei in

Attività sindacale
ALTRO...

Elezioni Rsu - Parere salomonico del Consiglio di Stato

14.02.2011
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

Elezioni Rsu - Parere salomonico del Consiglio di Stato

Si possono fare sulla base dell’attuale articolazione dei comparti, ma in caso di accordo si dovrà procedere subito a nuove elezioni

Il recente parere del Consiglio di Stato – sez. prima – n. 00551 del 3.02.2011, relativo ai principi e criteri di rappresentatività sindacale per il pubblico impiego alla luce del D.Lgs. 150/09, mantiene inalterato lo specifico CCNQ.

Le elezioni delle rappresentanze sindacali unitarie dovranno svolgersi con le stesse modalità dell’attuale disciplina contrattuale.

Qualora le elezioni si svolgessero avendo a riferimento i comparti attuali, gli eletti rimarrebbero solo potenzialmente in carica tre anni, poiché alla definizione dei nuovi (quattro) comparti previsti dalla riforma Brunetta, sarà necessario indire con immediatezza le nuove elezioni.

Questo significa che le OO.SS., dopo aver affrontato un dispendio di risorse organizzative ed finanziarie, dovranno affrontare una nuova campagna elettorale, ma la cosa che sconcerta di più è che le lavoratrici/lavoratori eletti non potranno arrivare a compimento del proprio mandato, e la coscienza di ciò non potrà che influire negativamente sull’impegno di energie e di forza che gli eletti mettono in campo.

Consiglio di Stato, Sezione Prima Adunanza di Sezione del 12 gennaio 2011 - NUMERO AFFARE 05211/2010

156.5 Kb